cerca per filtri
NEBBIA SALINA WEISS SC
CAMERA PER TEST DI CORROSIONE SALINA E CONSENSAZIONE WEISS SC

Le camere per prove cicliche di corrosione WEISS della serie SC sono quanto di meglio possa offrire la tecnologia in questo settore. Le camere per prove di corrosione, con realizzazione modulare, sono fornite pronte l'allacciamento a rete, pertanto all'atto della consegna non sono necessarie operazioni nè di montaggio né di installazione

L’intero sistema è realizzato per operatività in condizioni estreme, e garantisce un funzionamento affidabile a lungo termine.

I campioni in prova sono continuamente esposti ad una nebulizzazione salina micrometrica. La corrosione aumenta, aumentando la temperatura della camera di prova. Ciò consente di effettuare prove comparative accelerate di stabilità alla corrosione su campioni differenti, in condizioni definite.

Normative di riferimento con camera base
Prove di corrosione salina SS secondo DIN 50021
Prove salina alternata secondo la DIN 50 014 - 5
Prove di condensazione secondo DIN 50 017
Caratteristiche tecniche
Vasca in materiale plastico rinforzato con fibre di vetro ( GFR)
Struttura in polipropilene
Cappa in polipropilene (PE)
Serbatoio soluzione salina da 180 litri standar
Volumi disponibili 480 - 1000 -2000 litri ( versione orizzontale )
Campo di temperatura da ambiente a 55°C
Interfaccia RS232 per collegamento a stampante o PC
Control System: Controller Board S!MCON/32*-NET with Color Touch Panel.
CAMERA NEBBIA SALINA VERSIONE SC/KWT
La camera base completa di un accessorio diventa SC/KWT e può eseguire cicli climatici alternati, in accordo a VDA 621-415

E' la combinazione della prova di nebulizzazione salina SS DIN 50 021, della prova di condensazione in accordo a KFW DIN 50 017 (alimentazione dell’acqua e chiusura drenaggio di prova in automatico) e con la ventilazione in automatico della camera di prova in accordo a DIN 50 014, sezione 5, comprensiva di sitema di programmazione e regolazione SIMCON/32*- NET

Normative di riferimento
PVW 1210 // Nissan NES M0158 + M0007 // CCT I, II, IV // Volvo STD 1027, 1375* // Volvo STD 1027, 14* // GM 9540 P // Toyota TSH 1555 G // JASO M610-92 // SAE J 2334 // KWT-DC (without frosting) // Bosch N42AP 108 // IEC 68-2-52 // Renault D 172028/_ _B; ECC1* //

Descrizione dell'estensione della camera base SC a camera per prove cicliche di corrosione serie SC/KFT (VDA-Test-621-415
Il sistema comprende un dispositivo automatico che consente l'effettuazione del VDA Test 621- 415, combinando una prova in nebbia salina secondo norma DIN 50 021 SS, una prova di condensazione secondo norma DIN 50 017 KFW, con allagamento e scarico automatico del vano di prova, e una ventilazione automatica secondo norma DIN 50 014, sezione 5. Le fasi di prova sono attivate automaticamente in sequenza.

Lo scarico dotato di filtro è chiuso automaticamente mediante una valvola.
L'acqua demineralizzata necessaria viene immessa automaticamente.
Il riscaldamento dell’acqua e la formazione di condensa sul provino (KFW DIN 50 017) è realizzata tramite il riscaldamento del pavimento del vano di prova.
L’acqua viene scaricata automaticamente al termine di ogni ciclo di prova.

L’aria compressa viene immessa nello spazio di prova e consentire così l’eliminazione della nebbia salina in accordo a norma DIN 50014, sezione 5.
Il sistema di controllo consente di effettuare il VDA-Test automaticamente. Un tipico esempio di ciclo è qui di seguito evidenziato:
1 giorno = 24 ore di nebbia salina secondo norma DIN 50 021 SS
4 giorni = 4 cicli di prova di condensazione -clima alternato secondo norma DIN 50 017KFW
2 giorni = 48 ore a temperatura ambiente secondo norma DIN 50 014, sezione 5
Le temperature del vano di prova e dell’umidificatore, tempo del ciclo di prova e numero di cicli, possono essere modificati e memorizzati sotto forma di programma.
PANELLO TOUCH SCREEN A COLORI
Display grafico LCD, retro-illuminato
Operazioni mediante tocco leggero dei simboli di funzioni
Simboli grafici per le funzioni di programmazione
Display grafico dei valori reali
Stato del programma mostrato tramite LED
Memoria di programma con 100 programmi e con 1000 segmenti in totale
Memorizzazione semplice dei singoli programmi i quali possono essere attivati in qualsiasi momento
Menu guida
Programmazione semplice dei singoli programmi di prova
Facile attivazione dei programmi in memoria
Funzione “help”
Protezione tramite password per evitare l’utilizzo non autorizzato.
Sistema integrato di ispezione
Funzione di pausa per garantire il tempo di stabilizzazione
Clock tempo reale con batteria bafferizzata
Interfaccia seriale RS 232 C
Indicazione digitale del valore del livello della soluzione salina nel serbatoio (4 valori)
Calibrazione durante la prova di corrosione (temperatura vano di prova +35°C; temperatura dell’umidificatore +49°C)
Calibrazione durante la prova di condensazione (temperatura vano di prova +40°C)
CAMERA NEBBIA SALINA SC CON ESTENSIONE PER PROVE CON SO2 , IN COLLEGAMENTO CON VERSIONE SC/KWT
L'alimentazione di SO2 nel vano di prova viene dosata secondo il volume richiesto tramite un flussimetro presettato che è collegato ad un misuratore di gas. Dopo che il presettato volume di gas viene inviato nel vano di prova, il flusso di gas viene fermato dal misuratore di gas. Pertanto è garantito che soltanto il volume di gas presettato viene inviato alla camera.
La linea dell'SO2 (bombola, riduttore di pressione, max. 50 m bar, tubi di collegamento) non è compresa nella fornitura.
Controllo
La prova secondo lo standard EN ISO 6988 (DIN 50 018) può essere lanciata e funzionare autonomamente mediante il sistema di controllo Touch Screen.
Funzionamento del dispositivo
Per effettuare il test secondo lo standard EN ISO 6988 (DIN 50 018), la camera viene allagata automaticamente prima della prova. La necessaria quantita' di anidride solforosa è misurata automaticamente ed inviata al vano di prova. Successivamente viene attivato il riscaldamento del pavimento del vano di prova e quest'ultimo e' riscaldato fino al raggiungimento del valore di temperatura impostato. Questo processo dura 8 ore.
La fuoriuscita dell’aria esausta non deve essere bloccata durante l’intera prova.
Trascorso il suddetto tempo il riscaldamento viene spento automaticamente e la camera viene automaticamente scaricata e ventilata (l'utilizzatore deve assicurare che vengano mantenuti i valori di temperatura ed umidità relativa del laboratorio, richiesti dalla norma EN ISO 6988 (DIN 50 018). La fase di ventilazione dura 16 ore.
Questo ciclo di 24 ore viene ripetuto.
Tecnolabor S.r.l. | Via Panà, 56/b | 35027 NOVENTA PADOVANA (PD)
Tel. 049/8703700 | Fax 049/8703642 | P.Iva 01008540286 | info@tecnolabor.it
credits
© Copyright 2012